Roma in Bocca - sito dedicato alla cucina romana e alla sua storia, piatti tipici della tradizione romana - Ricetta Ciriole in umido

facebook
Menu Ricette Menu Rubriche
Cerca una ricetta
Portata:
Ricetta:

La cuoca in cucina
Ciriole in umido


Stampa la ricetta



Ingredienti:

800 grammi di "ciriole" d'acqua dolce (o anguille), 500 gr di piselli, 1 cipolla, 250 gr di pomodori pelati, 1 spicchio d'aglio, 1/2 bicchiere di vino bianco secco, farina, sale e olio d'oliva, prezzemolo tritato.

Le ciriole, in dialetto romanesco, o piccole anguille d’acqua dolce. Delicata e prelibata, di facile digestione, ha una pelle fina che non deve essere tolta, E' un piatto molto economico. Le ciriole venivano pescate nel Tevere e si cucinavano in occasione della vigilia di Natale: fritte, alla griglia, alla pizzaiola, alla pescatora, alla cacciatora, in agrodolce oppure con pisellini freschi. Prima di tutto occorre togliere testa e interiora, vanno tagliate in parti di circa dieci centimetri, lavate e asciugate con un panno.


Preparazione:

Scafate e sciacquate i piselli. Pulite e tagliate a pezzi le ciriole. Infarinate e mettetele a soffriggere in una padella con olio d'oliva, uno spicchio d'aglio, la cipolla tagliata a piccoli pezzetti. Dopo qualche minuto aggiungete il vino bianco. Quando è evaporato, aggiungete i pomodori pelati tagliati a piccoli pezzi ed i piselli. Cuocete a fuoco lento con coperchio per circa 20 minuti, girando di tanto in tanto i pezzi delle "ciriole" per farle cuocere uniformemente. Prima di servire cospargete con prezzemolo tritato.




Altre ricette suggerite:

Baccalà al forno

Seppie con piselli

Zucchine ripiene di tonno

Baccalà con i peperoni

Zuppa di pesce alla romana


Ricetta Ciriole in umido, piatti tipici romaneschi, cucina romana, piatti tipici della tradizione romana, ricette tipiche della cucina romana, monumenti di Roma